winterlake1.jpgwinterlake2.jpg

Home

Parigi, Vendola:
prima di qualsiasi azione militare ce ne sono molte altre più efficaci per fermare il terrore

 

Prima di pensare a un intervento armato in Siria, la coalizione internazionale deve isolare politicamente Daesh. A dirlo è il leader di Sel Nichi Vendola. «Bisogna isolare politicamente il Califfo e intervenire verso tutti coloro che comprano petrolio da lui e a lui vendono armi. Questo e’ il punto politico, per impedirgli di minacciare l’umanità inter» spiega Vendola.

Per l’esponente della sinistra «ci sono molte azioni, persino più efficaci di quelle militari e vanno poste in campo. Cominciamo a fare quegli atti fondamentali che consistono nel richiamare la Turchia alle proprie responsabilità. Non può continuare a bombardare i Curdi che sono l’unico avamposto militare e politico contro il Califfo. Bisogna richiamare l’Arabia Saudita, il Qatar alle proprie responsabilità». Quanto alle misure di politica interna, riflesso degli attentati di Parigi, Vendola sottolinea l’importanza di negare al fondamentalismo terrorista «qualunque vittoria. Come quella di ridurre le nostre libertà, di mettere in mora la nostra civiltà che è fatta anche di sentimento di umanità e di accoglienza dei profughi».

«Tutti – ha concluso – abbiamo la consapevolezza che il terrorismo oggi è il nemico dell’umanità il male assoluto, la barbarie contro cui la civiltà si deve mobilitare. Il punto è che bisogna isolare politicamente il Califfo e bisogna intervenire nei confronti di tutti i color oche vendono armi al Califfo e che comprano il petrolio dal Califfo. Bisogna isolarlo e affamarlo».